lunedì 18 febbraio 2019

Pagani Zonda, la supercar argentina nata in Emilia

Nella lunga storia dell’automobile ci sono modelli che identificano la stessa la Casa che li produce. Uno di questi è la Zonda, cioè la prima delle due vetture costruite dalla Pagani. Una supercar che fin dalla sua nascita nel 1999 si è posta come obiettivo quello di competere con le migliori concorrenti sulla piazza. Ma la sua storia è anche quella di Horacio Pagani, un grandissimo appassionato di auto che studia ingegneria in patria e poi viene a lavorare in Italia, casualmente alla Lamborghini. Qui rimane fino al 1988 e poi apre la sua attività, con un nome che è tutto un programma: Pagani Composite Research. Nel 1992 nasce la Pagani Automobili a San Cesario sul Panaro, praticamente a pochissimi chilometri di distanza da Sant’Agata Bolognese. Continua su Autoappassionati

Follow me on instagram

domenica 17 febbraio 2019

Gianni Agnelli e la sua grande passione per le auto

Il 24 gennaio di sedici anni fa, all'età di 81 anni, moriva Gianni Agnelli, probabilmente uno degli italiani più famosi della storia contemporanea e sicuramente per molti decenni uno dei personaggi più influenti di tutta Italia. L'Avvocato, come era solito essere chiamato, era certamente una persona originale e al di là del giudizio sulla sua opera industriale, bisogna riconoscere che negli anni in cui è stato al comando del Lingotto sono state prodotte alcune delle più belle automobili della storia nazionale. Agnelli, poi, era un grande appassionato di auto e nella sua vita ne ha possedute tantissime, ovviamente italiane, quasi sempre personalizzate. Continua su GQ

Follow me on instagram

sabato 16 febbraio 2019

Enel X Ionity, attivata la prima colonnina da 350 kW in Italia. Ma le auto non sono così “rapide”

Enel X ha attivato la prima stazione di ricarica rapida italiana della rete Ionity. Si trova in Toscana, precisamente in provincia di Arezzo, al Valdichiana Outlet Village. E' il primo dei venti siti di ricarica che verranno installati in Italia, grazie alla joint-venture che vede coinvolti anche BMW, Daimler, e il gruppo Volkswagen. La particolarità di questo network di stazioni “fast charge” è la potenza di 350 kW, che attualmente è sovradimensionata rispetto a qualsiasi auto in produzione. Per scambiare elettricità a cotanta velocità, infatti, le batterie devono essere in grado di riceverla e attualmente anche i modelli migliori si fermano a 150 kW. La prima auto in grado di sfruttare al 100% le possibilità delle colonnine Ionity sarà la Porsche Taycan, il cui debutto commerciale è atteso per la fine dell'anno. Continua su La Stampa

Follow me on instagram

venerdì 15 febbraio 2019

Formula E, il futuro del motorsport abita qui

E' difficile capire che cosa sia la Formula E finché non la si vive in prima persona. E non è una questione di attivare i cinque sensi, giacché il rumore è minimo rispetto a qualsiasi altra gara di motorsport e non ci sono nemmeno le proverbiali puzze di olio bruciato e di benzina. No, il bello della Formula E è la sua atmosfera unica, fatta di corse nel cuore delle metropoli più importanti del mondo e di un pubblico che più eterogeneo non potrebbe essere. Tutti i percorsi sono ricavati su strade pubbliche, normalmente aperte al traffico, nelle aree cittadine più centrali. Il primo campionato al mondo dedicato alle auto elettriche, infatti, si eleva sopra la platea di appassionati che di solito popola questo genere di competizioni e parla a tutti, incluse famiglie e bambini che partecipano numerosi a ogni evento. La gara inaugurale della quinta stagione di Formula E si è tenuta lo scorso 15 dicembre a Riyadh, in Arabia Saudita. Nello scorso weekend, invece, c’è stata la tappa di Marrakech, a cui seguiranno Santiago, Città del Messico, Hong Kong, Sanya, Roma, Parigi, Monaco, Berlino, Berna e New York City. Continua su Boggi

Follow me on instagram

giovedì 14 febbraio 2019

Bell Nexus, ecco il primo taxi volante della storia

Delle auto volanti e del loro possibile utilizzo come taxi se ne parla da oltre mezzo secolo. Da quando, cioè, la fantasia dei registi hollywodiani e le capacità dei carmaker americani si sono messi insieme per partorire mezzi futurisci che però afferivano solo alla sfera della fantasia. Tra gli anni Novanta e l'inizio del terzo millenio, quache azienda ha abbozzato dei concept e qualcuno è perfino riuscito a produrre in piccoli numeri delle auto volanti. Ma si trattatava di una sorta di aerei superleggeri con un volante e una forma vagamente simile a quella di un'auto. Oggetti che avevano un'utilità reale pari a zero. Ma la tecnologia progredisce e dopo avervi parlato del modellino funzionante in scala 1.4 dell'Audi Pop.Up Next, oggi vi raccontiamo del Bell Nexus che è stato appena presentato al Consumer Electronic Show di Las Vegas. Continua su GQ

Follow me on instagram

mercoledì 13 febbraio 2019

Xerjoff Group è sponsor del MV Agusta Forward Racing Team in Moto2

Una pausa di 42 anni, iniziata nel 1977 e conclusa ufficialmente oggi. E' passato tanto tempo dal ritiro dal Motomondiale della MV Agusta e dalla stagione di successi iniziata negli anni Sessanta con Mike Hailwood e conclusa da Giacomo Agostini negli anni Settanta. Nel 2019 l'avventura ricomincia in Moto2 con un team che vede Xerjoff Group come sponsor ufficiale di MV Agusta Forward Racing Team. Così il marchio italiano più vincente di ogni epoca nel Motomondiale torna in pista, dal prossimo 10 marzo in Qatar. Continua su La Stampa

Follow me on instagram

Lamborghini Miura, l’auto che ha inventato il concetto di supercar

La leggenda narra che Ferruccio Lamborghini abbia iniziato a produrre auto, uscendo dal settore dei trattori di sua competenza, dopo una discussione con Enzo Ferrari, da cui era stato accusato di non capire nulla di auto. Che sia vero o meno, senza questo bisticcio non sarebbe mai esistita la Miura , ovvero l’auto che ha inventato il concetto stesso di supercar. Nel 1965, infatti, dalla fabbrica di Sant’Agata Bolognese era uscita solo la 350 GT e la sua evoluzione 400 GT, una classica coupé a motore anteriore, come era costume in quegli anni in cui il concetto di motore posteriore centrale iniziava appena a farsi strada in Formula 1. Ferrari stesso, peraltro, era scettico su questa innovazione – “I buoi stanno davanti al carro e non dietro” disse il Drake – che invece il suo rivale emiliano seppur titubante, volle cavalcare. Così nel 1965 Lamborghini presentò al Salone di Torino un telaio completo di sospensioni e con il V12 posizionato dietro l’abitacolo e prima delle ruote posteriori, con orientamento trasversale rispetto alla vettura. Continua su Autoappassionati

Follow me on instagram

martedì 12 febbraio 2019

Drake, le 10 auto più cool del suo garage

Il Consumer Electronic Show di Las Vegas è un avvenimento che richiama l'attenzione degli addetti ai lavori di tutto il mondo, ma anche del grande pubblico, che può godere di una serie di eventi altamente spettacolari. Uno di questi è stato il concerto di Drake, ex attore e ora rapper di successo che nella sua carriera ha guadagnato più di 100 milioni di euro. Una parte di questi guadagni sono stati reinvestiti nel suo parco auto che è popolato di splendide supercar, SUV e limousine, che Drake mostra spesso sui propri social. Una collezione che aumenta costantemente e di cui abbiamo selezionato le 10 auto più interessanti. Continua su GQ

Follow me on instagram

lunedì 11 febbraio 2019

BMW, la moto si muove senza pilota: “La guida autonoma aiuterà i motociclisti”

Se vedere un'auto che guida da sola fa una certa impressione, osservare una moto che si muove senza nessuna pilota sulla sella è a dir poco incredibile. Era già successo circa un anno fa, quando la Honda aveva mostrato il suo prototipo di motocicletta autonoma e nei giorni scorsi BMW ha fatto qualcosa di simile al Consumer Electronic Show (Ces) di Las Vegas. Si tratta, tuttavia, di due mezzi abbastanza diversi. La moto giapponese è un prototipo che non ha riscontri nella normale produzione e soprattutto monta un sistema giroscopico in grado di mantenerla in piedi a velocitò prossime allo zero. Quella tedesca invece, è una normale R 1200 GS che però sa muoversi praticamente da sola, nello stesso modo in cui la guiderebbe un centauro. Continua su La Stampa

Follow me on instagram

domenica 10 febbraio 2019

Quadro Qooder, il maxi-scooter a quattro ruote

I mezzi a due ruote spesso rappresentano la soluzione ideale per affrontare il traffico cittadino, ma è innegabile che, per la loro stessa natura, non possano garantire la sicurezza di un'automobile. Da un lato c'è il tema della protezione dei passeggeri e dall'altro quello della stabilità. In altre parole, in moto o in scooter di tanto in tanto può capitare di cadere, ed è quasi sempre colpa del pilota. Questo aspetto tiene lontane molte persone da qualsiasi motocicletta o mezzo per il commuting urbano. È a questo genere di pubblico che parla il Qooder, uno scooter unico nel suo genere dotato di quattro ruote basculanti, con cui è impossibile scivolare in terra. È lui il protagonista della nostra prova e per capire a fondo le sue qualità lo abbiamo portato in una delle metropoli europee dove le due ruote sono più diffuse: Roma. Continua su GQ

Follow me on instagram

sabato 9 febbraio 2019

Ford Mustang Shelby GT 500, il club dei 700 CV ha una nuova iscritta

Le due auto sportive più longeve della storia dell'auto, la Ford Mustang e la Porsche 911, non potrebbero essere più diverse ma negli ultimi anni sono accomunate da un certo tempismo commerciale, in particolare riguardo alle versioni speciali. La Casa americana, infatti, ha appena presentato al Salone di Detroit la Shelby GT 500, a sei anni dall'arrivo sul mercato della generazione attuale. Anche i tedeschi hanno fatto qualcosa di simile, svelando la GT2 RS poco prima del salto generazionale tra la 991 e la 992. Continua su La Stampa


Follow me on instagram

venerdì 8 febbraio 2019

Jeep Compass, il SUV compatto che ama il fuoristrada

Con la Jeep Compass, il Gruppo FCA è entrato in un segmento dove era completamente assente, quello dei SUV compatti, di lunghezza inferiore ai quattro metri e mezzo. Insieme ai SUV più piccoli, questo è il genere di auto che cresce di più nelle preferenze degli europei e anche degli italiani. È un mercato fondamentale, la cui crescita, tanto per dare alcuni numeri, è a due cifre. In altre parole, in Europa, una nuova auto su tre è un SUV ed è un trend destinato a crescere ancora, arrivando a una su due nel giro di pochi anni. Jeep è il marchio perfetto per sfruttare questo momento e non a caso la sua gamma è quella più aggiornata di tutta FCA. La Compass ha debuttato al Salone di Detroit nel 2017 e pochi mesi dopo è stata svelata a Ginevra nella versione per il Vecchio Continente. Nel 2018, primo anno intero di commercializzazione, ha venduto oltre 70.000 auto in tutta Europa, entrando anche spesso nella classifica delle 10 auto più vendute in Italia. Continua su GQ

Follow me on instagram

giovedì 7 febbraio 2019

«Fast and Furios Live chiude», ecco le 10 auto da comprare all'asta

Quando nel 2001 uscì nelle sale cinematografiche di tutto il mondo il primo Fast and Furious, in pochissimi avrebbero pensate che quel film avrebbe dato vita a una saga ancora in corso e soprattutto di grande successo. Oggi il franchise dedicato alle corse clandestine - anche se poi negli anni è diventato un mix di diversi generi - conta ben otto capitoli, l'ultimo dei quali uscito nel 2017. Fast and Furious 9 è atteso nei cinema americani per il 10 aprile 2020, celebrando ancora una volta il successo di una saga che è stata capace di generare anche uno spin-off, Hobbs & Shaw, che invece arriverà ad agosto 2019. Ma non tutte le ciambelle escono col buco, perché invece Fast and Furious Live, lo show basato su quanto visto nelle pellicole, è stato annullato per difficoltà economiche (e anche la tappa che doveva tenersi in Italia lo scorso settembre è stata cancellata. Continua su GQ

Follow me on instagram

mercoledì 6 febbraio 2019

Ducati, Audi, Ford V2X: auto e moto “parlano” tra loro per evitare incidenti

Uno dei temi più complessi della circolazione stradale, soprattutto quando l’automazione diventa elevata, è la convivenza tra soggetti diversi: automobili, mezzi pesanti, motociclette, ciclisti e pedoni. Ognuno di questi occupa e utilizza la strada in modo diverso e ha comportamenti dipendenti dalla sua stessa natura, che lo rende anche più o meno “debole” rispetto agli altri. Per questo le aziende sperimentano costantemente nuovi sistemi per aumentare la sicurezza e uno di questi è il cosiddetto protocollo V2X, una sigla che sta per Vehicle to everything e sintetizza un sistema di comunicazione che permette a ogni veicolo di comunicare con gli altri, ma anche con le infrastrutture presenti sulla strada.Continua su La Stampa

Follow me on instagram

martedì 5 febbraio 2019

Promozioni auto febbraio 2019, le migliori offerte

Archiviato l'inizio dell'anno e il grande freddo di gennaio, il mercato dell'auto italiano si appresta ad affrontare il mese di febbraio. Il mese più breve di tutti dove la mancanza di almeno un paio di giorni lavorativi porta a contrarre i numeri delle vendite. E dunque le promozioni definite dalle Case automobilistiche diventano ancora più allettanti proprio per colmare questo gap. Ecco dunque la nostra selezione delle offerte sulle auto più interessanti del mese di febbraio. Continua su GQ

Follow me on instagram

La Tesla Model 3 si può finalmente comprare anche in Italia

Ci sono voluti quasi tre anni da quando l'abbiamo vista per la prima volta, ma finalmente la Tesla Model 3 si può ordinare anche in Italia, cioè senza alcuna prenotazione. Così come un'auto qualunque, ora anche la berlina elettrica di Palo Alto ha il suo configuratore online, con i prezzi dei modelli di partenza e di tutti gli accessori. Finora, infatti, la configurazione poteva essere effettuata soltanto da chi aveva versato l'anticipo a scatola chiusa. Ma adesso che la Model 3 è diventata un'auto elettrica effettivamente disponibile per tutti, vediamo quanto costa. Le versioni disponibili sono due entrambi Dual Motor, cioè con quella trazione integrale che in casa Tesla rappresenta la parte più alta della gamma. Si parte da 60.580 euro per il modello con batteria Long Range e si sale a 71.680 per la Performance, cifre che includono i 980 euro di messa su strada. Continua su GQ

Follow me on instagram

lunedì 4 febbraio 2019

Automotoretrò, a Torino è tutto pronto per l’edizione 2019

Il primo appuntamento dell’anno dedicato agli appassionati di auto e moto d’epoca aprirà i battenti giovedì 31 gennaio . Nella cornice di Lingotto Fiere a Torino andrà in onda in scena la 37esima edizione di Automotoretrò che rimarrà aperta fino a domenica 3 febbraio. Anche quest’anno è confermata la formula apprezzata nelle scorse edizioni. “Auto e moto del passato sembrano non conoscere crisi – ha dichiarato Beppe Gianoglio, organizzatore di Automotoretrò –. Lo dimostra il grande successo di pubblico della precedente edizione e le centinaia di trattative private andate a buon fine. Quest’anno vogliamo arricchire ancora di più il programma con nuovi eventi, incontri e raduni, oltre a rafforzare la presenza di costruttori in veste ufficiale”. Continua su La Stampa

Follow me on instagram

Viaggi noiosi? Audi trasforma l’abitacolo in un grande videogame

Quando si parla di auto del futuro, autonoma, elettrica e connessa, una delle grandi preoccupazione di qualsiasi Casa automobilistica è che sia anche noiosa. Non per tutti i clienti, certo, ma per alcuni, quelli che vogliono guidare e sentire un bel suono dal cofano. Forse alcuni di questi ultimi, soprattutto appartenenti alle nuove generazioni, potranno consolarsi con forme di intrattenimento impensabili solo fino a pochissimi anni fa. Possibilità che hanno a che fare con il terzo pilastro dell’automobile del futuro, quel “connessa” che non è sempre facile spiegare. Al Consumer Electronic Show di Las Vegas, Audi prova esplorare queste possibilità mostrando la nuova frontiera dell’intrattenimento a bordo. Il brand di Ingolstadt ha presentato un’inedita tecnologia che sincronizza la realtà virtuale con i movimenti della vettura, chiamata Audi Immersive In-Car Entertainment. Continua su La Stampa

Follow me on instagram

domenica 3 febbraio 2019

Ford S-Max, un'auto dalle qualità uniche

Dare una definizione alla Ford S-Max non è proprio semplicissimo e non è nemmeno facile farlo dal punto di vista commerciale, ora che la parola d'ordine in qualsiasi segmento sembra essere una e una soltanto: SUV. Ad ogni modo, Ford ha una gamma talmente ampia, dove i SUV di certo non mancano, che può permettersi anche di mantenere un modello un po' fuori dagli schemi come la S-Max. E la formula della S-Max è tanto particolare quanto intelligente: ha tutte le caratteristiche di una grande station wagon, con in più la possibilità di avere più spazio e in modo più flessibile. La S-Max ha 5 posti e un bagagliaio da 700 litri, oppure 7 posti e 285 litri, ma quelli della terza fila sono davvero due strapuntini adatti solo ai bambini. Se poi consideriamo uno stile parecchio più dinamico rispetto a quello delle monovolume tradizionali e le prestazioni tutto sommato brillanti, l'unica vera concorrente è la Renault Espace, di cui abbiamo già parlato. Continua su GQ

Follow me on instagram

sabato 2 febbraio 2019

Harley-Davidson LiveWire, la moto elettrica americana costa 34.200 euro

Spendereste 34.200 euro per una Harley-Davidson elettrica? Dietro le possibili risposte a questa domanda si trovano gli ultimi cinque anni di lavoro della Casa americana che è alle prese con la rivoluzione più grande dei suoi 115 anni di storia. Allo scorso Eicma vi avevamo raccontato dell’imminente arrivo della prima motocicletta a emissioni zero marchiata H-D, di cui però ancora non conoscevamo tutte le caratteristiche tecniche e soprattutto i dati più salienti. Oggi, invece, non ci sono più misteri e sappiamo che la LiveWire sarà commercializzata nel corso del 2019. Per un brand che in oltre un secolo di vita non ha mai cambiato la ricetta di base delle proprie moto si tratta quasi di un salto nel buio, ma è un rischio calcolato, necessario per cercare nuovi clienti, visto che l'età media di chi compra un’Harley è sempre pericolosamente più vicina a quella della pensione. Continua su La Stampa

Follow me on instagram

venerdì 1 febbraio 2019

Lamborghini Huracan EVO, velocità estrema

Nel settore delle supercar rimanere aggiornati è fondamentali, soprattutto con quei prodotti che costano circa 200.000 euro e che si vendono in qualche migliaia di unità all'anno. Qui la competizione è serrata e i player hanno nomi importanti come Ferrari, Lamborghini e McLaren. Proprio la Casa di Sant'Agata Bolognese ha appena presentato la nuova versione EVO della Huracan, cioè una profonda evoluzione del modello attuale che secondo il numero uno di Lamborghini, Stefano Domenicali, «ha ereditato le doti della Huracán Performante e le ha combinate con i più avanzati sistemi di controllo della dinamica del veicolo per un’esperienza di guida quotidiana amplificata». Esperienza in cui è centrale il motore V10 da 5,2 litri, ultimo aspirato rimasto in un segmento dove il turbo è ormai la regola. Eroga 640 CV a 8.000 giri e 600 Nm di coppia a 6.500 giri, grazie anche ad accorgimenti come le valvole di aspirazione in titanio e l'impianto di scarico dal peso ridotto. Continua su GQ

Follow me on instagram