venerdì 3 aprile 2020

BMW punta sull'idrogeno

BMW punta sull'idrogeno per la mobilità del futuro, una soluzione da affiancare all'elettrico e agli altri sistemi di propulsione per andare incontro alle diverse esigenze dei mercati e dei clienti. «Siamo convinti che in futuro esisteranno differenti sistemi di propulsione, poiché non esiste un'unica soluzione che risponde all'intero spettro delle esigenze di mobilità dei clienti in tutto il mondo. Nel lungo termine la tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno potrebbe diventare il quarto pilastro del nostro portafoglio di propulsori. I modelli di fascia alta della nostra famiglia X di grande diffusione sarebbero i candidati ideali per questa applicazione», ha spiegato Klaus Fröhlich, boss della ricerca e sviluppo della Casa tedesca. Dunque BMW punta sull'idrogeno ancora una volta. Già negli anni 2000 aveva realizzato il prototipo H2R e poi la Hydrogen 7, che bruciava l'idrogeno direttamente nei cilindri al posto della benzina (ma aveva solo 200 km di autonomia oltre a costare tantissimo); nella decade seguente erano poi arrivati altri tre veicoli laboratorio dotati di fuel cell: una Serie 1 (2010), una i8 (2012) e una Serie 5 GT (2015). Tutte automobili, però, rimaste allo stadio prototipale, a cui non è mai stato dato un seguito produttivo. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

giovedì 2 aprile 2020

5 auto sportive da sogno per l'estate

Le 5 auto sportive da sogno per l'estate, rigorosamente a cielo aperto, da scegliere quando potremo . Anche se in questo periodo siamo immobili, i nostri pensieri possono continuare a fluttuare e magari a pianificare un weekend, una settimana o semplicemente qualche giorno di ferie, quando questo brutto periodo sarà passato. L'Italia è piena di strade incredibili e di paesaggi stupendi, molti noti, altri di meno e una ottima idea per scoprirli è farlo a bordo di una supercar scoperta. Ovviamente si tratta di auto dai prezzi esorbitanti ma c'è più di un noleggiatore che le mette a disposizione, certamente con adeguate garanzie. Ma calarsi nell'abitacolo e accomodarsi sul basso sedile che caratterizza ogni sportiva che si rispetti, è un'esperienza che vale il prezzo del biglietto. Occhiali da sole, un bel cappellino, un percorso ricco di curve - che sia sui tornanti montani o in riva al mare non importa - un ristorantino da provare e una mandria di cavalli scalpitanti sotto il cofano. Alla fine per essere felici non occorre nulla di complicato. Ecco quindi 5 sportive da sogno per l'estate. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

mercoledì 1 aprile 2020

Promozioni auto aprile 2020, le offerte più interessanti

Le promozioni auto di aprile 2020 sono un po' diverse dal solito. A causa del coronavirus le concessionarie italiane sono chiuse e anche le agenzie pratiche auto lavorano al regime minimo. Di conseguenza tutta l'attività dell'acquisto di automobili nuove è attualmente sospesa. Ma tutti i brand hanno dei siti internet molto completi dove osservare e configurare tutti i modelli disponibili. Si può richiedere un preventivo e anche parlare con un consulente, per telefono o in chat, ma la pratica di acquisto si ferma lì, per essere poi rimandata a quando la situazione inizierà a tornare alla normalità. Insomma, in altre parole, una vera e propria procedura di acquisto non può essere completata. Tuttavia, ci sono alcune vetture - una categoria a sé stante - che possono essere prenotate online lasciando un deposito in attesa che siano disponibili per essere comprate. Si tratta delle auto elettriche che arriveranno nei prossimi mesi. Ecco dunque le promozioni auto di aprile 2020. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

martedì 31 marzo 2020

Mercedes C111-II, la concept-laboratorio compie mezzo secolo

Alla fine degli anni Sessanta la sperimentazione tecnologica aveva regole diverse rispetto a oggi e il mondo dell'auto non faceva eccezione. La responsabilità dei computer era minima e il ruolo dei componentisti molto ridotto rispetto a quello che hanno oggi. Molte omologazioni erano di là da venire, così come i requisiti di sicurezza. Così, le Case auto che potevano permetterselo facevano ricerca seguendo la loro vocazione e secondo le proprie possibilità. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

lunedì 30 marzo 2020

La Land Rover Defender conquista la Namibia

La Land Rover Defender va alla conquista della Namibia, per superare i propri limiti. Un viaggio duro e pieno di imprevisti, raccontato attraverso l’emozione delle immagini da @FranckReporter, fotografo d’avventura e Ambassador del marchio britannico. La nuova Land Rover Defender, che dopo 70 anni di onorata carriera è stata reinventata completamente, ha una capacità inarrestabile: le tecnologie off-road, la capacità di guado e la robustezza estrema la rendono perfetta per scoprire i luoghi più remoti del Nord della Namibia e non solo. Per raccontare l’anima della Land Rover più dura e pura, insieme alla voglia di libertà che spinge ad andare sempre oltre i propri limiti, Francesco Salvaggio ha ritratto una delle aree più selvagge e incontaminate di tutta l'Africa. La spedizione si è addentra nell'entroterra della Skeleton Coast, attraverso un’area che ricopre circa 50,000km², alla scoperta di un terreno montuoso aspro conosciuto dalla tribù degli Himba con il nome di Kaokoland. Questa zona è anche il rifugio per il rinoceronte nero, una specie ad alto rischio di estinzione, per la giraffa ed è famoso per i suoi elefanti del deserto. La zona ospita la tribù semi-nomade degli Himba: uno degli ultimi popoli dell'Africa non ancora influenzato dallo stile di vita occidentale. Continua su GQ


Follow me on instagram -- Alessandro Vai

domenica 29 marzo 2020

Come disinfettare la propria auto

Come si fa a disinfettare la propria auto? Ovviamente prima di rispondere a questa domanda è bene ricordare che le misure prese per arginare la diffusione del coronavirus hanno ridotto al minimo indispensabile gli spostamenti con tutti i mezzi di trasporto. Ci si può spostare solo per lavoro, per fare la spesa, per gravi motivi di salute o per motivi di assoluta necessità, sempre portando con sé l'auto certificazione. Ma dovendo per forza prendere l'auto, come ci si può difendere dal Covid-19 all'interno dell'abitacolo? La prima regola è rispettare il numero massimo di persone a bordo: non più di due con l'accompagnatore che, per mantenere la distanza di sicurezza, deve sedersi nel sedile posteriore opposto a quello del guidatore. E poi è consigliabile fare una sanificazione dell'ambiente. Ecco quindi, come disinfettare la propria auto. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

sabato 28 marzo 2020

Ferrari Pinin, il sogno realizzato

La Ferrari Pinin ha una storia praticamente unica nel grande universo dell'automobile. Inizia nel 1980, anno in cui viene presentata come prototipo al Salone di Torino. Doveva celebrare i cinquanta anni dell'attività della Pininfarina - storica carrozzeria torinese che ha legato più di tutti il suo nome a quello della Ferrari - rendendo omaggio al fondatore Battista, detto Pinin. Ma in tutta la sua storia, la Ferrari non ha mai prodotto una vettura a quattro porte e in quegli anni le berline sportive si contavano sulle dita di una mano. Proprio per questo, gli uomini della Pininfarina avevano pensato che avrebbe potuto avere un grande successo commerciale. E in effetti fu subito apprezzata dal pubblico e dalla stampa, ma quando fu sottoposta a Enzo Ferrari e ai massimi dirigenti dell'epoca, la risposta fu negativa. L'azienda di Maranello in quegli anni non era attrezzata per produrre un'auto del genere: la Ferrari Pinin era una limousine lunga 4,8 che avrebbe dovuto avere caratteristiche di comfort lontane da quelle delle auto sportive, anche se sotto il cofano aveva comunque un motore da 365 CV, il 5 litri V12 della 512BB. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

venerdì 27 marzo 2020

#InsiemePerRipartire, parola di Alex Zanardi

#InsiemePerRipartire è il messaggio che BMW Italia ha lanciato a tutta l'Italia per esprimere la sua vicinanza al Paese in questo momento di grande difficoltà e, allo stesso tempo, per trasmettere tensione positiva verso il futuro da affrontare insieme. La campagna #InsiemePerRipartire ha coinvolto tutti i brand (BMW, BMW Motorrad e MINI) e tutte le divisioni dell’azienda, mentre l’iniziativa “Noi ci siamo. Anche a distanza di sicurezza” declinata su tutti i marchi del Gruppo, BMW Italia e la rete dei concessionari ha espresso chiaramente la volontà di rimanere vicina ai propri clienti attraverso l'universo digitale. “Avendo la fortuna di avere un brand ambassador come Alex Zanardi – ha dichiarato Massimiliano Di Silvestre, Presidente e A.D. di BMW Italia – abbiamo chiesto a lui di dar voce ai nostri valori e alle nostre speranze, per parlare alle famiglie, ai cittadini, ai clienti, ai concessionari e a tutti coloro che seguono con passione i nostri marchi”. Alessandro Zanardi è una persona eccezionale, un campione nello sport e nella vita, che ha saputo affrontare e vincere battaglie durissime, senza mai perdere il sorriso e l'umiltà che contraddistingue i grandi. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

giovedì 26 marzo 2020

Mazda MX-30, l'alternativa made in Japan

La Mazda MX-30 è la prima auto elettrica del brand giapponese. È lunga 4,4 metri e una batteria da 35,5 kWh, che sono sufficienti per circa 200 km di autonomia. C'è una certa dissonanza, dunque, tra l'utilizzo squisitamente urbano che suggerisce la capacità degli accumulatori e le dimensioni da C-SUV. Produrre batterie più piccole riduce le emissioni di CO2, ma non di sola coscienza ecologica vive l'uomo. Così la Mazda MX-30 sembra proporsi come prodotto di nicchia, perlomeno in attesa della versione dotata di range extender, cioè un piccolo propulsore termico adibito solo a generare elettricità e scollegato dalle ruote. Sarà un motore rotativo, una tecnologia in cui a Hiroshima non hanno mai smesso di credere, ma non arriverà prima del 2021. Alla fine di agosto, invece, arriverà la MX-30 “liscia” che è stata sviluppata partendo da una base nota - quella della CX-30 - modificata per le esigenze dell'elettrico, condita con un'estetica molto originale e rifinita con una messa a punto coerente con la filosofia del brand. Un'auto piena di stile, pensata per la città ma da guidare con soddisfazione. Noi l'abbiamo fatto, anche se quello che abbiamo stretto tra le mani era il volante di un prototipo ibrido, con le fattezze di una CX-30 e la sostanza della MX-30 che verrà, un'auto che ha l'ambizione di usare una parte del nome della MX-5, cioè la Mazda più famosa nel mondo. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

mercoledì 25 marzo 2020

Harley-Davidson XR750, il mezzo secolo della regina del “Flat Track”

Che la cultura motoristica americana sia anni luce lontana da quella europea non è certo un mistero. Pick-up, mastodontici motori V8 a benzina, muscle car, circuiti ovali, mezzi personalizzati al massimo, offroad estremi, cabrio e spider a profusione su east e west coast. Tutto questo senza contare le motociclette e qui la parola d'ordine è una sola: Harley-Davidson. Un brand che in Europa è legato esclusivamente al mondo custom e cruiser, ma negli Stati Uniti è impegnato da sempre anche nelle competizioni. Una di queste è il "Flat Track", disciplina che si corre su circuiti ovali e piatti, con fondo sterrato. Le moto sono sempre di traverso e il controllo è tutto. Non a caso tanti piloti provenienti da questo genere di gare sono poi passati sull'asfalto e diversi di loro sono diventati famosi anche nel motomondiale. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

martedì 24 marzo 2020

Il Volkswagen Bulli diventa elettrico

Il Volkswagen Bulli diventa elettrico e non si tratta di un esercizio di stile, ma di un modello vero e proprio che si potrà comprare nelle concessionarie. Anche se il prezzo non sarà proprio super popolare: si parte da 64.900 euro, a cui vanno aggiunti i costi del veicolo di partenza. Quella che trasforma il Volkswagen Bulli in e-Bulli, infatti, è una operazione cosiddetta di conversione che, anche se non porterà a grandi numeri, farà felici tutti quei proprietari di uno storico Transporter, in versione Bulli, Kombi o Microbus, che vorrebbero poterlo guidare rispettando l'ambiente e senza incorrere nelle limitazioni che sempre più Paesi europei pongono anche ai veicoli storici. Quello che vediamo nelle foto è un «Samba Bus» prodotto nel 1966, esportato a Los Angeles e successivamente riportato in Europa. Se l'aspetto è quello del pulmino che abbiamo imparato a conoscere in moltissimi film, simbolo degli hippy e del tempo spensierato che fu, la sostanza è quella di un veicolo elettrico con componenti di ultima generazione. Questo progetto prevede non solo l'installazione del motore elettrico e della batteria necessaria ad alimentarlo, ma anche una rivisitazione del telaio e di altri componenti fondamentali, come le sospensioni, per aumentare la sicurezza. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

lunedì 23 marzo 2020

Audi A3 Sportback, anima hi-tech

La Audi A3 Sportback si rinnova completamente e arriva alla quarta generazione. Nel 1996, quella che allora era la piccola di Ingolstadt, inventò il segmento delle compatte e da allora è stata venduta nel mondo in oltre cinque milioni di esemplari. La nuova Audi A3 Sportback è caratterizzata da un design sportivo come non mai, perché le fiancate svasate, dall’andamento concavo, introducono un elemento stilistico inedito per il design dei quattro anelli. L'abitabilità è superiore rispetto alla precedente generazione grazie alla larghezza aumentata di 3 centimetri, ma il vero plus è nella digitalizzazione. La plancia s’ispira ai modelli Audi di categoria superiore con il look black panel e il display da 10,1 pollici di serie sin dalla variante d’ingresso. La piattaforma d’infotainment MIB 3 ha una potenza di calcolo dieci volte superiore rispetto alla precedente e debutta il comando vocale intelligente. Anche la strumentazione digitale con il display da 10,25 pollici è di serie, mentre l’app myAudi è la chiave d’accesso all’ecosistema digitale del Marchio e collega senza soluzione di continuità lo smartphone del proprietario all'auto. Diviene così possibile bloccare o sbloccare da remoto le portiere, individuare la zona di sosta per essere condotti alla vettura e attivare il riscaldamento autonomo a motore spento (optional). Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

domenica 22 marzo 2020

Opel Manta, la coupé per famiglie compie 50 anni

Osservare oggi la storia della Opel Manta vuol dire fare un salto indietro nel tempo e non solo per i 50 anni che sono passati dal suo debutto sul mercato. La sportiva tedesca appartiene proprio a un'altra epoca. Un mondo in cui un'auto stava sul mercato, solo con lievi aggiornamenti, per quasi venti anni. Uno scenario in cui esistevano le coupé "popolari", che popolavano i desideri degli stessi trentenni che oggi comprano un crossover. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

sabato 21 marzo 2020

Volkswagen Golf GTI, l'ottava sinfonia

La Volkswagen Golf GTI arriva all'ottava generazione, rinnovando una ricetta nata 44 anni fa. Nel 1976, infatti, sulla base dalla Golf 1, nacque una nuova famiglia di vetture sportive. Nel 1982 è seguita la prima Golf GTD con il motore Turbodiesel; nel 2014 è stata la volta della Golf GTE con propulsione ibrida plug-in. È quindi una logica conseguenza che insieme alla nuova Volkswagen Golf GTI, debuttino anche una nuova GTD e una nuova GTE. Tre Golf, tre caratteri e tre sistemi di propulsione efficienti e puliti; ma una sola filosofia, quella delle prestazioni al servizio del gran turismo. La GTI ha sotto il cofano il 2.0 TSI turbobenzina nella configurazione da 245 CV e 370 Nm, per una velocità di 250 km/h e un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 6 secondi. La GTE ha lo stesso picco di potenza massima e 400 Nm, ma ottenuti abbinando il 1.4 TSI da 150 CV e un'unità elettrica da 115 CV alimentata da un batteria agli ioni di litio da 13 kWh. La velocità massima è di 225 km/h e il classico scatto da fermo richiede 7 secondi, ma si possono percorrere fino a 60 km in modalità completamente elettrica. Infine, anche la GTD ha 400 Nm di coppia ma qui i cavalli sono 200, sufficienti per volare fino a 244 km/h e passare da 0 a 100 km/h in 7 secondi. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

venerdì 20 marzo 2020

Mercato moto e scooter, Ancma: lo stop alle vendite rischia di "bruciare" le Euro 4

Il Coronavirus fa il suo corso e le tante misure prese per arginarlo creano conseguenze. Tra quelle meno visibili immediatamente ce n'è una che riguarda il mercato di moto e scooter, che rischia di essere danneggiato anche oltre lo stop delle vendite causato dalla chiusura dei concessionari. Il problema è la sfortunata concomitanza con la transizione tra le motorizzazioni Euro 4 ed Euro 5, disciplinata dal Regolamento europeo 168/2013. A partire dal 1° gennaio 2021, infatti, non sarà più possibile immatricolare ciclomotori e motocicli Euro 4, salvo quelli ammessi dalle deroghe di fine serie normalmente previste dalle direttive comunitarie per aiutare i costruttori a smaltire gli stock. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

giovedì 19 marzo 2020

La Renault Twingo diventa elettrica

La Renault Twingo diventa elettrica, per la prima volta in 28 anni di storia. La nuova versione, che non rivoluziona l'estetica del modello attuale, verrà presentata tra pochi giorni al Salone di Ginevra. L'arrivo della piccola francese a emissioni zero non è un fulmine a ciel sereno, visto che è costruita sulla stessa piattaforma della Smart, che da anni prevede una versione full electric. Le due auto, tuttavia, presentano una serie di differenze e la più importante è proprio nella capienza della batteria, che nella Twingo è da 22 kWh, mentre nella citycar tedesca si ferma a 17,6 kWh. Insomma, la Renault Twingo diventa elettrica e si candida come passepartout per i centri cittadini di tutta Europa, in particolare quelli caratterizzati dalla presenza di zone a traffico limitato. Inoltre, aiuterà tutto il marchio francese a diminuire le emissioni di CO2; un apporto da non sottovalutare visto che da quest'anno entrano in vigore le multe della Comunità Europea per i brand che inquinano troppo. Tornando alla tecnica, il motore elettrico segue la nomenclatura di quello della Zoe: si chiama R80 e ha una potenza di 82 CV e una coppia di 160 Nm. Con la già citata batteria promette un'autonomia di 180 km (omologata WLTP), che salgono a 250 nel ciclo cittadino, dove ogni propulsore elettrico dà il meglio di se. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

mercoledì 18 marzo 2020

Fiat affida all’icona 500 il ruolo di apripista nel segmento delle elettriche

Sarebbe stata senza dubbio una delle novità più gettonate del Salone di Ginevra, dove si sarebbe anche potuta provare nella pista dedicata esclusivamente ai mezzi a zero emissioni, allestita all’interno di uno dei padiglioni. La 500 elettrica è la Fiat più attesa da diversi anni a questa parte, l’auto che avrà l’onore di aprire la via della mobilità 2.0 a tutta Fca. Presentata a Milano il 4 marzo durante un evento dedicato, dovrebbe aiutare Fiat a diventare leader europea nel settore dell’elettrico, come anticipato dal capo europeo del marchio, Luca Napolitano. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

martedì 17 marzo 2020

Salone di Ginevra 2020, tutte le novità

Il Salone di Ginevra 2020 è stato annullato. Fino a quattro giorni prima dell'inizio della manifestazione tutto sarebbe dovuto andare come al solito, solo con qualche cautela in più, tanto che la maggior parte degli stand erano già pronti. Ma poi è stato il governo elvetico a decidere per tutti, vietando gli eventi con più di 1.000 partecipanti per evitare la diffusione del coronavirus e così la novantesima edizione del Salone di Ginevra è stata annullata. Però, come dicono gli americani, «The show must go on» e dunque le case automobilistiche si sono organizzate rapidamente per presentare le novità con una serie di streaming, fornendo tutto il materiale digitale. Alcune, come la Alfa Romeo Giulia GTA, la Fiat 500 Elettrica o la Porsche 911 Turbo S ve le abbiamo già presentate, le altre eccole qui. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

lunedì 16 marzo 2020

Tre porte e capote in tela: la Volkswagen T-Roc diventa Cabriolet

Da quando la Golf Cabrio e la Eos sono uscite di produzione, nella gamma Volkswagen non figura più nemmeno una vettura per guidare a cielo aperto. Una mancanza che ora colma la T-Roc. Della polare crossover di Wolfsburg, che in Italia nel 2019 si è issata all'ottavo posto della top ten del mercato con quasi 40.000 auto vendute, è stata derivata una versione Cabriolet che era già stata presentata qualche mese fa e che ora è pronta per debuttare nelle concessionarie (non appena riapriranno) con un listino prezzi che parte da 29.900 euro. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

domenica 15 marzo 2020

La Lancia Ypsilon diventa ibrida

Anche la Lancia Ypsilon diventa ibrida. La nuova versione si chiama Hybrid Ecochic e utilizza lo stesso powertrain elettrificato che ha debuttato sulle Fiat 500 e Panda. Si tratta di un sistema mild hybrid, compatto, economico e semplice che viene abbinato al motore 1.0 FireFly 3 cilindri ed eroga 70 CV a 6.000 giri e 92 Nm di coppia a 3.500 giri. Il propulsore può contare sul supporto di un alternatore-generatore elettrico da 3,6 kW di potenza e 12 volt di tensione, a sua volta collegato a una batteria al litio da 11 Ah. In questo modo viene recuperata energia in fase di frenata e decelerazione, viene conservata nella batteria e sfruttata sia per riavviare il motore dopo uno stop che per assisterlo in fase di accelerazione. Inoltre, il motore si spegne sotto i 30 km/h mettendo il cambio (a 6 marce) in folle. Rispetto alla versione con il classico 1.2 da 69 CV, la Lancia Ypsilon ibrida vede calare consumi ed emissioni del 24%, un vantaggio a cui si aggiunge quello dell'omologazione come veicolo ibrido, che comporta una serie di agevolazione fiscali, di circolazione e di accesso ad alcune zone a traffico limitato. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

sabato 14 marzo 2020

Porsche 911 Turbo S, 650 cavalli scatenati

La Porsche 911 Turbo S rinasce ancora, questa volta partendo dalla base della generazione 992, e come di consueto, innalza clamorosamente il livello delle prestazioni. Da qualche anno a questa parte, tutte le 911, anche le Carrera, hanno il motore sovralimentato e dunque la sigla Turbo trova il suo senso non più nella descrizione della tipologia di propulsore, ma nella dichiarazione di performance di alto livello. Con i 650 CV e gli 800 Nm del 3.8 flat six bi-turbo siamo pienamente in zona supercar e i numeri lo certificano: 330 km/h di velocità massima, una incredibile accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 2,7 secondi e da 0 a 200 km/h in 8,9 secondi. Parte del merito di quest'ultimo risultato è da ascrivere al cambio doppia frizione a 8 rapporti, velocissimo nel suo funzionamento, e alla trazione integrale, che trasferisce alle ruote anteriori fino a 500 Nm. Tutta questa velocità può essere gustata sia con la classica carrozzeria coupé che nella variante Cabriolet; in entrambi i vasi le dimensioni sono cresciute rispetto a quelle della Porsche 911 Turbo S precedente (generazione 991): la scocca è più larga di 45 mm all'anteriore e di 20 mm al posteriore, per permettere di aumentare le carreggiate rispettivamente di 42 e 10 mm. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

venerdì 13 marzo 2020

Bentley Bacalar, solo 12 esemplari per la barchetta britannica

Anche Bentley entra nel mercato delle supercar a tiratura ultra limitata, seguendo le orme degli altri brand che popolano i sogni degli appassionati di tutto il mondo, come Bugatti, Ferrari, Lamborghini e McLaren. La prima vettura realizzata secondo questo concetto si chiama Bacalar ed è l'ambasciatrice dei nuovi programmi Bespoke che saranno curati dal reparto Mulliner e si divideranno nelle linee Classic, Collections e Coachbuilt. La Bacalar verrà costruita in soli dodici esemplari, seguendo quel principio di esclusività e personalizzazione amato dai clienti e collezionisti più facoltosi, ma anche dalle Case automobilistiche stesse che possono mettere a consuntivo delle marginalità eccezionali. A dimostrazione di tutto questo ci sono il fatto che le unità previste sono già state assegnate prima della presentazione dell'auto al prezzo di circa 2 milioni di dollari. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

giovedì 12 marzo 2020

Ecco la nuova Batmobile

Ecco la nuova Batmobile. A svelarla, con alcune immagini pubblicate su Twitter, è direttamente Matt Reeves, il regista americano a cui è stata affidata la direzione del nuovo film dedicato all'uomo pipistrello che si intitola The Batman e che è attualmente in fase di lavorazione. Ad impersonare Batman alias Bruce Wayne ci sarà Robert Pattinson, l'attore britannico diventato famoso grazie alla saga di Twilight e che vedremo nelle sale cinematografiche in questa veste inedita il 25 giugno 2021. Manca più di un anno, dunque, ma ormai anche la gestazione di un film è diventato entertainment e, soprattutto con i titoli più attesi, se ne inizia a parlare molto tempo prima. Le immagini della nuova Batmobile sono solo tre, ma sono abbastanza per capire che cosa abbiamo di fronte. Di base si tratta di una classica muscle car americana, che potrebbe essere una Dodge Challenger, ma poi ampiamente modificata. E l'elaborazione che salta di più all'occhio è lo spostamento del motore al posteriore, anche se non si capisce benissimo se sia un classico V8 della cultura americana oppure un più raro V10, come quello della Dodge Viper. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

mercoledì 11 marzo 2020

McLaren 765 LT, anche le Super Series hanno la loro “coda lunga”

Nella estesa gamma McLaren, le Super Series sono le berlinette che stanno a metà tra le Sport Series di accesso al brand e le Ultimate Series, cioè i modelli più prestazionali e speciali, come la Senna. In questa edizione "digitale" del Salone di Ginevra, dunque, la McLaren ha presentato la nuova 765 LT, che si posiziona un gradino sopra la 720S e va ad ampliare la gamma Long Tail, in cui la cura per l'aerodinamica diventa maniacale. Se dovesse interessarvi sappiate che ne verranno prodotte solo 765 e che si può già ordinare. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

martedì 10 marzo 2020

La Fiat 500 Elettrica è finalmente tra noi

La Fiat 500 Elettrica è finalmente arrivata e sebbene lo stile ricordi quello dei modelli che ben conosciamo, è diventata un poco più grande e soprattutto ha una meccanica totalmente inedita. Si tratta della prima auto progettata e prodotta da Fiat per essere 100% elettrica e non un adattamento come la precedente 500 che veniva venduta in California, rimettendoci anche dei soldi. Qui è tutto nuovo, a partire dalla piattaforma su cui sono inserite le batterie agli ioni di litio da 42 kWh e il motore elettrico da 118 CV. L'autonomia è di 320 km omologati nel ciclo WLTP e la ricarica può essere effettuata con una potenza massima di 35 kW, permettendo di arrivare all'80% degli accumulatori anche in 35 minuti. La velocità massima è limitata a 150 km/h, mentre per l'accelerazione da 0 a 100 km/h servono 9 secondi. Quanto alle misure, la Fiat 500 Elettrica raggiunge i 3,61 metri, in virtù di un passo maggiore di 2 cm, necessario per alloggiare le batterie mentre la larghezza è di 1,69 metri. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

lunedì 9 marzo 2020

Pininfarina Battista Anniversario, solo 5 esemplari da 2,6 milioni di euro

Se la Pininfarina Battista, con le sue 150 unità da produrre, non fosse abbastanza di élite, la versione Anniversario è ancora più esclusiva. Ne verranno costruite soltanto cinque (da scalare al totale di cui sopra) allo stratosferico prezzo di 2,6 milioni di euro. L'assemblaggio avrà luogo nello stabilimento di Cambiano (Torino) e inizierà verso la fine dell'anno. Dopodiché servirà una certa dose di coraggio per affondare il pedale destro scatenando 1.900 Cv e 2.300 Nm di coppia. Una spinta che è anche difficile da immaginare e che dovrebbe portare la supercar elettrica da 0 a 300 km/h in 12 secondi e poi fino a 350 km/h. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

domenica 8 marzo 2020

Fiat Panda compie 40 anni

«Panda, se non ci fosse bisognerebbe inventarla», recitava uno degli slogan più famosi degli anni Novanta che aveva come protagonista la piccola utilitaria Fiat. Un'automobile mitica, di grandissimo successo - è stata venduta in quasi 4,5 milioni di esemplari tra il 1980 e il 2003 - e rimasta praticamente sempre uguale a sé stessa nel corso degli anni. Proprio in questi giorni compie 40 anni, visto che era stata presentata al Salone di Ginevra, che nel 2020 è stato annullato e modificato in forma digitale. Moltissimi italiani ne hanno avuta una, quasi tutti l'hanno guidata e per tanti è stata la prima auto. Ma perché la Panda, se non ci fosse bisognerebbe inventarla? Perché è anche un simbolo del Made in Italy e della genialità che il nostro popolo è in grado di generare, nella fattispecie nella persona di Giorgetto Giugiaro, che la piccola Fiat l'ha progettata. L'idea di base è quella che poi ha plasmato il concetto stesso di utilitaria che conosciamo ancora oggi. Basti pensare che prima di lei la citycar Fiat era la 126, ovvero una vettura che aveva ancora il motore posteriore come la 500; un concetto buono nel Dopoguerra. Contiua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

sabato 7 marzo 2020

Dacia Spring, la mini crossover vuole democratizzare l’elettrico

Nella strategia di elettrificazione del gruppo Renault, Dacia era rimasta indietro, lasciando al brand principale il ruolo di portabandiera dell'innovazione. Ma adesso è giunto il momento anche per il marchio "low cost" di affacciarsi al mondo delle zero emissioni. Il compito è affidato alla Dacia Spring, che viene presentata in occasione del “Salone di Ginevra virtuale” come prototipo, ma in realtà non è così lontana dalla produzione. Il progetto, infatti, deriva da quello della Renault City K-Ze, che è già in vendita in Cina all'equivalente di circa 8.000 euro. La vettura in vendita sul mercato cinese, però, è un prodotto fin troppo basico per l'Europa, dove i 45 CV e la velocità massima di 105 km/h non sarebbero graditi, mentre l'autonomia di 200 km (omologata WLTP) potrebbe essere sufficiente, considerato l'uso urbano a cui è destinata. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

venerdì 6 marzo 2020

Jaguar E-Pace, il giaguaro urbano

La Jaguar E-Pace è la seconda SUV nella storia del marchio di Coventry. Le sue linee sono inconfondibili e diametralmente opposte rispetto a quelle della «cugina» Evoque, con cui però condivide buona parte della meccanica. Vista la sua natura di crossover, la Jaguar E-Pace è perfetta praticamente per tutti gli utilizzi e le esigenze. Quattro metri e quaranta di lunghezza non sono troppi per parcheggiarla in città, anche se bisogna stare attenti ai quasi due metri di larghezza. Lo spazio a bordo non manca. Guidatore, passeggeri e bagagli sono tutti tenuti in grande considerazione: la posizione di guida è ottima, lo spazio per chi siede sul divano posteriore abbondante e quello per i bagagli addirittura da record, considerati i 577 litri di capacità minima. L'accesso ai sedili posteriori, però, non è dei più agevoli, perché la forma degradante del padiglione costringe a chinarsi un po' con la testa, ma è il prezzo da pagare per avere uno stile così affilato. Una volta seduti, però, non ci sono limitazioni, anzi la E-Pace si rivela comoda e spaziosa anche per le persone alte. Il posto guida, invece, è spettacolare. Il corpo assume una posizione allungata che fa quasi dimenticare di essere su un SUV, anche grazie al volante piuttosto verticale. La strumentazione è una via di mezzo tra tradizione e innovazione, con i due grandi strumenti circolari e il display in mezzo, mentre al centro della plancia troneggia il touchscreen del sistema di infotainment, che è molto intuitivo nell'utilizzo. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

giovedì 5 marzo 2020

Cupra Formentor, la crossover coupé dell’“indipendenza”

Esattamente un anno fa nello stand Cupra al Salone di Ginevra debuttava la Formentor Concepct. Oggi, dodici mesi dopo, in questa insolita edizione "digitale" dell’evento svizzero arriva la versione definitiva del crossover spagnolo, la cui estetica è rimasta praticamente invariata. La Formentor prende il nome dal promontorio più belo e selvaggio dell'isola di Maiorca, ma soprattutto è il primo modello progettato in esclusiva per il brand Cupra. Le sua carrozzeria da Suv-coupé a 4 porte è anche abbastanza unica all'interno del gruppo Volkswagen, visto che solo la Audi Q3 Sportback ha una silhouette di questo tipo. E se il design degli interni ha diversi punti in comune con quello della nuova Leon, quello dell'esterno è davvero originale, soprattutto nello sviluppo della fiancata e della zona posteriore, dove si ritrova la soluzione delle luci "coast-to-coast" già viste sulla generazione più recente della hatchback spagnola. Continua su La Stampa


Follow me on instagram -- Alessandro Vai

mercoledì 4 marzo 2020

Alfa Romeo Giulia GTA, sognare a occhi aperti

L'Alfa Romeo Giulia GTA è l'auto che tutti gli appassionati sognano. Aggressiva, eccessiva e cattivissima. Non ci sono dubbi sulla sua natura e sulle sue intenzioni, che sono più che mai bellicose. Erano 15 anni che la sigla GTA non compariva su una vettura del Biscione, ma l'attesa non è stata vana. La denominazione Gran Turismo Alleggerita ritorna per celebrare un traguardo importante, quella dei 110 anni dell'Anonima Lombarda Fabbrica Automobili che ricorreranno il prossimo 24 giugno. Del resto la nuova Alfa Romeo Giulia GTA si ispira concettualmente alla sua antenata del 1965, che fu sviluppata da Autodelta a partire dalla Giulia Sprint GT e collezionò successi sportivi in tutto il mondo. Deriva dalla versione Quadrifoglio, rispetto alla quale il motore 2.9 V6 Bi-Turbo passa da 510 a 540 CV; inoltre, grazie all’adozione estesa di materiali ultraleggeri, dimagrisce di 100 kg raggiungendo il rapporto peso/potenza eccezionale di 2,82 kg/CV, il migliore della categoria. Le prestazioni sono da supercar, con lo scatto da 0 a 100 km/h chiuso in soli 3,6 secondi, mentre il sistema di scarico centrale Akrapovič in titanio spara un sound da far venire i brividi. Continua su GQ.

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

martedì 3 marzo 2020

Renault Morphoz, la concept elettrica che si allunga per aumentare l’autonomia

Con la concept Morphoz, una delle protagoniste del “Salone di Ginevra virtuale”, Renault si appresta a entrare in una nuova fase della propria offerta di mobilità elettrica, guardando oltre il 2025, e lo fa partendo da una nuova piattaforma modulare che si chiama CMF-EV. È stata progetta insieme a Nissan, che ci ha realizzato la concept Ariya presentata durante lo scorso Salone di Tokyo, secondo il principio del pianale a sandwich. Fondo piatto, passo allungato e ruote disposte ai quattro angoli della vettura sono le caratteristiche principali, ma quella più innovativa riguarda la possibilità di variare l'interasse, allungando e accorciando l'auto con un sistema "telescopico" secondo le necessità. Le versioni "lunghe" non sono certo una novità nel mercato dell'auto, tuttavia qui l'allungamento del passo non è funzionale solo allo spazio a bordo, ma anche alla possibilità di avere un pacco batterie più grande, sebbene solo temporaneamente. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

lunedì 2 marzo 2020

Promozioni auto marzo 2020, le offerte più interessanti

Con le promozioni auto di marzo 2020 il mercato dell'auto italiano entra nel vivo, perché si appresta a completare il primo trimestre e a tirare le prime somme dei risultati. Per questo molte filiali danno mandato alle concessionarie di aumentare gli sconti e attivare ulteriori promozioni, per concludere qualche immatricolazione in più e migliorare i numeri. Dunque a marzo molto spesso offerte e sconti diventano ancora più allettanti. Anche se l'edizione 2020 del Salone di Ginevra è stata annullata, la maggior parte delle case automobilistiche presenteranno nuovi modelli facendone di colpo invecchiare altri. Così a marzo bisogna continuare a spingere le auto che nei mesi successivi verranno sostituite e molto spesso offerte e sconti diventano ancora più allettanti. Ecco dunque le promozioni auto di marzo 2020 più interessanti. Ci sono molte offerte vantaggiose su auto di tipologia e categoria differente. Vediamo quali. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

domenica 1 marzo 2020

Citroën Ami, la microcar elettrica “simmetrica” si guida a 16 anni

Citroën ha recuperato un nome glorioso degli anni Sessanta e Settanta, per chiamare la sua nuova microcar elettrica. Si chiama Ami, come le Ami 6 e Ami 8 ricordate soprattutto per la loro originalità estetica. Va notato che il nome andrebbe pronunciato con l'accento sulla “i” finale, visto che è la parola francese per “amico” e non all'italiana, come se fosse la seconda persona singolare del verbo amare declinato al presente. Questioni fonetiche a parte, con la Ami Citroën entra in un segmento resto famoso qualche anno dai compatrioti della Renault con la Twizy. Ma se nel 2011 i tempi non erano ancora pronti per un mezzo del genere, quasi dieci anni dopo la situazione è leggermente cambiata e questa microcar si candida come attrice della micromobilità urbana, con una predisposizione innata ai servizi si sharing, partendo da quelli di Free2Move, controllata del gruppo PSA. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

sabato 29 febbraio 2020

Alfa Romeo Tonale, è in arrivo il nuovo SUV Alfa Romeo

Il nuovo SUV Alfa Romeo è in arrivo. L'Alfa Romeo Tonale, già vista allo scorso Salone di Ginevra sotto forma di concept car è quasi pronta per la produzione, che inizierà nel 2021 a Pomigliano d'Arco. Lo ha confermato Pietro Gorlier, il numero uno della regione EMEA di FCA, durante un evento organizzato per celebrare i 40 anni della Panda che dal 2011 è assemblata proprio nello stabilimento campano. La Tonale verrà costruita nei reparti da cui fino a qualche anno fa usciva la 147, dove già sono iniziati i lavori per installare le nuove linee produttive. Dunque l'Alfa Romeo Tonale è in arrivo e questo è quello che sappiamo finora. Si andrà a posizionare nel segmento dei SUV compatti che attualmente è quello più vivo del mercato. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

venerdì 28 febbraio 2020

Motodays di Roma rimandato a causa del Coronavirus

Mentre il Salone di Ginevra conferma l’apertura al pubblico dal 5 al 15 marzo, i Motodays si arrendono al Coronavirus. Il Salone della moto di Roma, che tradizionale chiama a rapporto tutti i motociclisti del Centro-Sud ai primi di marzo - le date di quest'anno avrebbero dovuto essere dal 5 all'8 del mese - è stato rimandato nel periodo che va dal 17 al 19 aprile 2020. Fiera Roma, che organizza la kermesse, ha preso questa decisione dopo essersi confrontata con gli operatori del settore, per tutelare la salute e l’economia. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

giovedì 27 febbraio 2020

Personalizzare la Porsche 911 con le impronte digitali

Personalizzare la Porsche 911 con le impronte digitali. Non è uno scherzo, ma un optional che si può acquistare al momento dell'ordine della coupé di Zuffenhausen, alla modica cifra di 7.689 euro. Già è difficile trovare una 911 esattamente uguale a un’altra, ma d’ora in poi ci si potrà spingere ancora oltre grazie ad un innovativo metodo di stampa diretta con cui si possono stampare dettagli grafici in alta definizione direttamente sulla carrozzeria della propria vettura. Inizialmente, i clienti che acquisteranno una nuova 911 potranno richiedere la personalizzazione del cofano con una grafica basata sulla propria impronta digitale, ma successivamente saranno disponibili anche altri motivi grafici esclusivi. Per personalizzare la Porsche 911 con le impronte digitali, dunque, basta chiedere al Centro Porsche di riferimento, che invia la richiesta direttamente alla Exclusive Manufaktur al quartier generale in Germania. L’intero processo è seguito a fianco del cliente, dall'invio dell’impronta fino al completamento della vettura. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

mercoledì 26 febbraio 2020

Polestar Precept, a Ginevra debutta la concept elettrica che guarda al futuro

Si chiama Precept la concept car che Polestar presenterà al prossimo Salone di Ginevra, in programma dal 5 al 15 marzo. “Quest'auto rappresenta una dichiarazione, la visione di quello che significa Polestar e che lo rende rilevante come brand - spiega il numero uno del marchio nato da una ramo di Volvo, Thomas Ingenlath - La Precept è la risposta alle sfide che dovremo affrontare sia come industria che come società. Ma non è una vettura da sogno, bensì anticipa quello che vedremo tra poco sulle nostre strade e mostra come le innovazioni ci permetteranno di ridurre l'impatto ambientale”. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

martedì 25 febbraio 2020

Jaguar Mk 2 secondo Rankin

La Jaguar Mk 2, una delle più famose auto britanniche di tutti i tempi, quest’anno festeggia il suo 60° anniversario e per celebrarlo degnamente è sceso in campo Rankin. Il celebre fotografo l'ha immortalata su un set appositamente creato, battezzato «Period Drama» una white room caratterizzata da una trama a pois neri. Inoltre, ha ripetuto l'operazione con le discendenti moderne della Mk2, le berline XE ed XF, all'interno del progetto Rooms by Rankin. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

lunedì 24 febbraio 2020

F8 Spider e 812 GTS, le nuove Ferrari scoperte

Si chiamano 812 GTS e F8 Spider le due nuove Ferrari scoperte che hanno appena debuttato al Salone di Francoforte. L'unica cosa che hanno in comune, a parte il Cavallino Rampante sul cofano, è la guida a cielo aperto. Le due sportive, infatti, rappresentano due delle anime classiche di Maranello, per certi versi agli antipodi: la berlinetta a motore V8 centrale e la coupé con propulsore V12 anteriore, senza contare che il primo è turbo e il secondo aspirato, per chi bada ancora a questi tecnicismi. Per il resto le nuove Ferrari scoperte, 812 GTS e F8 Spider, sono assolutamente spettacolari ed entrambe derivano dalle rispettive versioni con il tetto chiuso. La prima ha il tettino rigido ripiegabile e con i suoi 800 CV è semplicemente la «cabrio» più potente sul mercato, edizioni speciali a parte (precisano in Ferrari). La seconda è la versione scoperta della F8 Tributo, ma è stata progettata in maniera indipendente e parallela, partendo dal tetto rigido ripiegabile come elemento cardine. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

domenica 23 febbraio 2020

Cupra Leon, arriva l’ibrido plug-in, aumentano tecnologia e prestazioni

Dopo la Ateca e in attesa della Formentor, tocca alla Leon il compito di ampliare la gamma Cupra, sia a livello di scelta che di volumi. Il marchio sportivo spagnolo nato dallo spin-off con Seat è sulla cresta dell'onda e in meno di tre anni si è già ritagliato la sua nicchia di pubblico. Con la nuova Leon il salto di qualità è ancora più evidente, a partire dal cuore di ogni auto sportiva che si rispetti, ovvero il motore. Sono ben quattro le soluzioni disponibili sulla compatta made in Barcellona, che è disponibile in due carrozzerie, cinque porte e station wagon: si parte dalla grande novità del 1.4 TSI ibrido plug-in da 245 CV (batteria da 13 kWh e fino a 60 km in full electric), si continua con il 2.0 TSI declinato in due versioni da 245 o 300 CV e si conclude con lo stesso 2.0 TSI portato a 310 CV e abbinato alla trazione integrale 4Drive, ma solo sulla sulla Sportstourer, che così sarà anche la Leon più prestazionale, con lo scatto da 0 a 100 km/h chiuso in meno di 5 secondi. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

sabato 22 febbraio 2020

Bugatti Centodieci, omaggio agli anni Novanta

Poche case automobilistiche possono vantare la storia travagliata, ma affascinante, della Bugatti. Fondata dall'omonimo Ettore - milanese di nascita ma emigrato in Francia - nel 1909 a Molsheim, fino allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale ha prodotto le auto più veloci ed esclusive del mondo, ma al termine del conflitto è entrata in una crisi irreversibile culminata con la chiusura del 1963. Nel 1987, poi, la Bugatti è rinata a Campogalliano, in Emilia, per opera di Romano Artioli e nel 1991 è nata la leggendaria EB110 con il suo motore quadri-turbo e un listino da un miliardo di lire. Un'esperienza breve ma intensa, terminata con il fallimento del 1995. Il resto è storia recente, con l'acquisto nel 1998 da parte del Gruppo Volkswagen e la nuova generazione di supercar, prima la Veyron e poi la Chiron. Proprio da quest'ultima deriva la nuova Bugatti Centodieci, che sarà prodotta in soli dieci esemplari al modico prezzo di 8 milioni di euro più tasse. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

venerdì 21 febbraio 2020

Alfa Romeo, all’asta una rarissima TZ3 Stradale, è la n.6 di 9 prodotte

L'Alfa Romeo TZ3 Stradale è una di quelle Alfa che hanno una storia tutta particolare e che contribuiscono a rinnovare il fascino del brand. Pensata per celebrare in un colpo solo sia i 90 anni della Carrozzeria Zagato che i 100 anni dell'Alfa Romeo, è stata prodotta nel 2010 in soli 9 esemplari. Nel primo weekend di maggio verrà messa all'asta la sesta prodotta e si attendono cifre da capogiro, sicuramente milionarie. A occuparsi dell'incanto organizzato nella città di Elkhart, in Indiana (Stati Uniti) sarà RM Sotheby's. La TZ3 Stradale non sarà l'unica supercar a stimolare l'acquolina dei collezionisti, ma sarà certamente la più rara. E se vi siete chiesti che motore abbia sotto il cofano, preparatevi a sobbalzare sulla sedia. Continua su La Stampa


Follow me on instagram -- Alessandro Vai

giovedì 20 febbraio 2020

Land Rover Defender, la nuova auto di 007

La Land Rover Defender ha conquistato anche 007. L'agente segreto al servizio di Sua Maestà la utilizzerà in No Time To Die, che arriverà nelle sale cinematografiche ad aprile. Nel making of del film sono state utilizzate dieci Defender, inclusa la settima prodotta dalla fabbrica, la VIN 007. Le tecnologie off-road, la capacità di guado e la robustezza estrema hanno reso la nuova Land Rover Defender l'interprete ideale per le scene d'azione in cui sarà impegnato James Bond. Per avere un'idea di quello che è capace di fare la nuova fuoristrada britannica basta guardar lo spot TV che ne dimostra le capacità su terreni difficili e anticipa l’esclusivo behind the scenes della pellicola. Le scene delle prove, incluse nello spot, mostrano la nuova Defender che si lancia in aria, che affronta i test più estremi attraversando a piena velocità paludi e corsi d'acqua. Le scene di inseguimento di No Time To Die sono state dirette dallo Stunt Coordinator Lee Morrison, in collaborazione con il supervisore degli effetti speciali e dei veicoli, il premio Oscar Chris Corbould. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

mercoledì 19 febbraio 2020

Maserati, la Ghibli sarà il primo modello ibrido del Tridente

La missione della Maserati è chiara, essere il marchio più all'avanguardia in tema di elettrificazione di tutto il gruppo Fca. Per questo tutti i nuovi modelli del Tridente adotteranno powertrain ibridi oppure 100% elettrici, entrambi in grado di garantire le prestazioni che ci si aspetta dalle auto modenesi. Auto che continueranno a essere “made in Italy”, sia per quanto riguarda lo sviluppo che l'ingegnerizzazione e la produzione. A questo proposito, oggi la Casa ha comunicato che il primo modello ibrido sarà la nuova Maserati Ghibli, che entrerà in produzione durante il 2020. Un anno dopo toccherà alle inedite GranTurismo e GranCabrio (i modelli attuali sono stati venduti in più di 40.000 unità tra il 2007 e il 2019) che saranno le prime elettriche e verranno prodotte a Mirafiori, a seguito di un investimento di 800 milioni di euro. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

martedì 18 febbraio 2020

Pagani Imola, l'essenza della velocità

La Pagani Imola è l'ultima creazione dell'azienda dell'omonimo Horacio. Un posto dove chi può spendere delle cifre non alla portata di tutti può accedere al massimo della cura e della passione per le automobili ad alte prestazioni. La nuova Pagani Imola prende il nome dal circuito su cui è stata plasmata e messa a punto; anche se è omologata per la circolazione stradale, il suo carattere racing è assoluto. Ne verranno prodotte solo cinque, all'esorbitante prezzo di cinque milioni di euro più IVA, quindi sei e spiccioli, tanto per essere precisi. Una cifra giustificata dalle tecnologie impiegate in questa hypercar, che nella fase di test ha percorso oltre 16.000 km in pista a velocità di gara, l’equivalente di circa tre volte la 24 ore di Le Mans. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

lunedì 17 febbraio 2020

Nissan Juke, la prova - Sportiva nello stile, facile su strada

Se le auto fossero senzienti allo stesso modo delle persone, probabilmente la nuova Nissan Juke avvertirebbe parecchia pressione, anche di più di quella che sarebbe lecita per un modello appena arrivato sul mercato. Le ragioni sono due. La prima è che la Juke originale, nel 2010, ha di fatto inventato il segmento dei crossover compatti - quello che ora cresce più di tutti gli altri in Europa - ma nel frattempo la concorrenza ha rincorso e sorpassato; la seconda è che il marchio Nissan è in sofferenza. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

domenica 16 febbraio 2020

Con Citroen C3 resti fuori dal coro

La Citroen C3 è la dimostrazione fatta di metallo e ingranaggi di una delle teorie del mercato automobilistico più famose e abusate, ma sempre vere: in Europa il primo motivo di acquisto è sempre l'estetica. Così non c'è da stupirsi se dal 2016 a oggi la Citroen C3 abbia venduto 750.000 unità. Il suo stile è fresco, coerente e molto originale, tanto che la piccola francese non somiglia a nessun altro veicolo del suo segmento, oltre a contraddistinguersi per la personalità colorata e per il comfort unico. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

sabato 15 febbraio 2020

L’Audi quattro compie 40 anni e con lei la trazione integrale più famosa del mondo

Al Salone di Ginevra del 1980, esattamente 40 anni fa, Audi cambiò per sempre il panorama delle auto stradali, partendo da quello delle sportive. Alla kermesse svizzera, infatti, debuttava la prima Audi quattro, che sarebbe poi rimasta in produzione fino al 1991 totalizzando circa 11.500 esemplari, non pochi considerando che era costruita praticamente a mano in uno stabilimento dedicato e che il cartellino del prezzo era simile a quello di una supercar. Continua su La Stampa

Follow me on instagram -- Alessandro Vai

venerdì 14 febbraio 2020

Aston Martin Vantage Roadster, eleganza assoluta

La Aston Martin Vantage Roadster è pronta a debuttare sul mercato. Per averla bisognerà aspettare la primavera ed essere pronti a spendere circa 160.000 euro. È questo il prezzo per mettersi in garage una delle spider più belle, aggressive ed eleganti che si siano mai viste. Già la versione coupé, lanciata nel 2018, ha fatto scalpore per il suo stile, ma questa «scoperta» con il suo tettino in tela è ancora più esclusiva. A questo proposito, per assaporare le gioie della guida a cielo aperto bastano 7 secondi - secondo Aston Martin è il sistema più veloce in commercio - e non serve nemmeno fermarsi, ma basta procedere entro i 50 km/h. Poi bisogna solo affondare il gas e godersi il ruggito gutturale del 4 litri V8 bi-turbo. Continua su GQ

Follow me on instagram -- Alessandro Vai