sabato 16 aprile 2011

L'autocritico...??

Mettiamo subito in chiaro una cosa: questo non è un blog di autocritica!
Non si parla di autocritica, non si fa autocritica e tanto meno ne faccio io, su di me. Non perché mi ritenga perfetto (anzi, tutt'altro...), semplicemente non interesserebbe a nessuno, se non, forse, alle persone che già mi sopportano normalmente. Per quanto riguarda voi...bè, se volete fare autocritica siete sicuramente da ammirare e lo potete fare tranquillamente, ma probabilmente questo non è il luogo più adatto.
Insomma, vi starete chiedendo che cosa si fa qua e di che cosa si parla; è presto detto: di auto! Si, di auto, automobili, autovetture, macchine. Chiamatele come vi pare, qui si parla di loro. Nuove, vecchie, fuoriserie, catorci, supercar, trabiccoli, popolari e rarissime. Se ne parla ( o almeno si cerca di parlarne) con intelligenza, rispetto ed educazione, ma adottando un punto di vista fuori dal coro: il mio!
O meglio, io dirò quello che penso e tutti voi potrete dire quello che meglio credete, possibilmente senza usare i soliti luoghi comuni e le cosiddette "chiacchiere da bar", che già saturano il mondo dell'auto. 
Detto questo, non mi dilungo in ulteriori premesse e vi do appuntamento al primo post, che arriverà tra breve...BRUUUM!

1 commento:

  1. Buongiorno,
    io sono la prima ragazza di questo blog e spero di non essere l'unica.
    Diciamo pure che ho avuto al mio fianco un esperto di motori che mi ha resa una donna "automobilisticamente" consapevole.
    Si perchè guidare per noi donne,non è solo scegliere l'arbre magique che meglio si abbina con i sedili o tentare di parcheggiare con meno di 10 manovre.
    Con qualche anno di ritardo rispetto ai maschietti, scopriamo che dentro quell'aerodinamica forma convivono centinaia di curiosi dinamismi.
    Ecco che un giorno, sicuramente a causa di un guasto, decidiamo di aprire il cofano. Da quel momento il nostro rapporto con l'automobile cambia.
    Intuiamo che necessita di acqua, di riparazioni, di controlli, insomma, di amore, proprio come se fosse un'amica; e un'amica noi la chiamiamo per nome.
    La mia amica si chiama Norma ed è la mia rossa del cuore!

    RispondiElimina